Sentiero Del Farneto

Sentiero

Difficoltà

Escursionisti

Galleria

Il sentiero si sviluppa per 3.750m, attraversando per intero il bosco del “Farneto”.
Esso parte dal Torrente Gerdanasio, a quota 290m s.l.m., in corrispondenza della località Ponte Santa Caterina, ove giunge il sentiero dei “Rupazzi” che consente di raggiungere il centro urbano di Tortorella (SA).
Successivamente, esso sale per le contrade “Pianannota” e “Motoscio” fino al bosco del “Farneto” a quota 460m s.l.m. Quest’ultimo bosco è attraversato per tutta la sua estensione, in direzione parallela all’asta fluviale del Rio Bussentino, affluente del Fiume Bussento, scendendo progressivamente di quota fino a giungere all’antico ponte in pietra di Morigerati a quota 133m s.l.m. Da qui, tramite la locale rete di sentieri, è possibile proseguire verso l’abitato di Morigerati (SA) con le famose grotte, mulini e ferriere.
Lunghezza: 3,750 km
Durata: 3 h
Difficoltà: E

Le escursioni in montagna richiedono abbigliamento e attrezzatura specifica. Anche in occasione di uscite relativamente brevi e agevoli, è sempre meglio essere ben equipaggiati per non incorrere in spiacevoli sorprese e per fronteggiare imprevisti come ad esempio un temporale improvviso o un calo di energia.

Cosa portare per un trekking in montagna?

Nello zaino (per un’escursione giornaliera di norma si consiglia un 25/30L) è bene portare:

  • borraccia (1L)
  • snack (per esempio, frutta secca o cioccolato)
  • kit di pronto soccorso
  • giacca antivento
  • una maglia in pile
  • maglietta e calze di ricambio (possibilmente chiusi in un sacchetto di plastica)
  • indossate o almeno portate nello zaino un paio di pantaloni lunghi
  • cappellino
  • crema solare
  • occhiali da sole
  • guanti
  • fischietto per farsi rintracciare in caso di emergenza

Numero telefonico in caso di emergenza Soccorso Alpino 112.

Indossate inoltre calzature adatte al percorso ed alla stagione. Il piano di calpestio dei sentieri può essere irregolare o sconnesso ed un paio di scarponcini vi proteggerà dalle distorsioni. Un pendio erboso, una placca di roccia o un sentiero ripido, se bagnati, possono diventare pericolosi senza calzature adeguate.

Per finire…non dimenticate la macchina fotografica! Servirà per immortalare l’escursione e gli innumerevoli scorci mozzafiato che si nascondono ad ogni angolo. Se poi volete condividere con noi i vostri ricordi potete usare l’hashtag #borgoditortorella

Mappa

WP GPX Maps Error: GPX file not found! /web/htdocs/www.borgoditortorella.com/home/wp-content/uploads/gpx/t21974528_1 - giro delle trincee.gpx

Difficoltà

E

Lunghezza

3,750 Km

Durata

3 h

Potrebbe interessarti: